case-history.jpg
Scritto il 30 Marzo 2016

3 storie di successo dell'app Rilevazione Presenze

Niente di meglio di episodi accaduti nella vita reale si adattano per illustrare efficacemente il funzionamento di una app, qualsiasi essa sia: discorso tanto più valido nel caso di una app come Rilevazione Presenze, nata per essere utilizzata ogni giorno, in occasioni assolutamente ordinarie.

Il Signor M., per abbattere i costi, ha rivisto drasticamente la gestione della propria attività, decidendo di chiudere il proprio capannone e di intervenire, tramite tecnici che ha regolarmente assunto, direttamente presso i clienti; quindi, nel corso di ricerche via web finalizzate a trovare un modo pratico e poco costoso di monitorare il lavoro dei dipendenti, ha scoperto la app Rilevazione Presenze, sviluppata da Libemax, che gli ha permesso di tenere sotto controllo, con una precisione certosina, il lavoro svolto a suo nome. Da quel giorno il Signor M., con soli € 12 al mese, ha modo di supervisionare il lavoro dei suoi 7 dipendenti (il servizio costa infatti € 9 per 4 dipendenti, più € 1 per ogni dipendente aggiunto) e di intervenire immediatamente nel caso di irregolarità: grazie alla app Rilevazione Presenze, insomma, ha trovato soddisfazione piena alle proprie esigenze.

La Signora T. ha una piccola azienda che gestisce da sempre, suo malgrado, in maniera un po’ confusionaria: da sempre si trova a dover sopportare molti dei suoi clienti che le contestano lavori svolti grossolanamente, senza il dovuto rispetto delle tempistiche concordate (e quindi con presunte maggiorazioni di prezzo). La Signora T., esasperata dall’ennesima, pretestuosa lamentela da parte di un suo cliente particolarmente stressante, ha deciso di ovviare a questa situazione una volta per tutte e, cercando via internet una soluzione al suo problema, si è imbattuta nella app Rilevazione Presenze. L’aspetto di questa app che l’ha subito interessata è la possibilità di verificare, tramite una comodissima e precisissima mappa, l’esatta posizione dei propri collaboratori e, grazie alle timbrature, l’effettiva durata, rilevata al secondo, dell’intervento concordato. Grazie a questa app, dati alla mano, la Signora T. ha potuto rivendicare la regolarità dei lavori gestiti per suo conto a tutti quei clienti che si ostinavano a contestarle la gestione del lavoro dei suoi addetti, mettendo in questo modo fine a tutti i suoi problemi.

Il Signor L. ha una società che svolge lavori a volte rischiosi per conto di grandi aziende operanti nel campo dell’energia elettrica. Tra le mansioni previste c’è infatti anche la disattivazione di utenze i cui titolari risultano insolventi. Per tutelare la salute dei propri collaboratori e la propria attività da grane legali, il Signor L. ha pertanto deciso di affidarsi alla app Rilevazione Presenze che gli dà la possibilità di verificare il tempo trascorso dalla timbratura effettuata a inizio intervento e, in caso di lassi di tempo insolitamente lunghi per la natura dell’incarico, di intervenire tempestivamente egli stesso o allertando le forze dell’ordine. In effetti, in un’occasione, questo efficace metodo di controllo ha salvato la vita a un suo dipendente che rischiava di essere linciato per l’ingrato compito che gli era stato assegnato. Trascorso più tempo del previsto dalla prima timbratura, il Signor L. ha telefonato al proprio incaricato per chiedergli spiegazioni di quel ritardo, senza avere risposta. Allarmato da questo ennesimo segnale, ha deciso di avvisare i carabinieri che, giunti sul posto, hanno scongiurato il peggio.

Questi tre casi sintetizzano l’importante ruolo che l’app Rilevazione Presenze è in grado di giocare nell’ambito del lavoro, rendendone semplice e schematica la gestione, troppo spesso caotica e incerta.



Condividi su:

Google+ Facebook Twitter LinkedIn